Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Rieducazione Posturale Globale

Rieducazione Posturale Globale

Sommario

Il Metodo Mézières, noto anche come Rieducazione Posturale Globale, è diverso dallo stretching o dalla ginnastica posturale tradizionale. Questo metodo riabilitativo, preventivo e terapeutico, è unico nel suo genere, da applicare a livello individuale, personalizzato.

La ginnastica ‘correttiva’, ormai superata, non ‘corregge’ davvero la postura. Può migliorare temporaneamente le condizioni del paziente e non raggiunge gli stessi obiettivi del metodo Mézières, definitivi e a lungo termine. 

Rieducare alla postura globale corretta significa programmare un percorso terapeutico individuale, su misura, non di gruppo come succede per la ginnastica posturale. Il metodo Mézières è basato su una visione olistica secondo cui ciascuno di noi è un essere unico. Occorre valutare le condizioni fisiche e patologiche del paziente (ernia discale, iperlordosi, ecc.) considerando effetti indesiderati e benefici di certe attività per la sua personale storia clinica. Un certo esercizio che può funzionare per un soggetto può, al contrario, essere dannoso per un altro.

Rieducazione Posturale Globale: cos’è

La Rieducazione Posturale Globale è un percorso personalizzato, un metodo di riabilitazione che punta a ristabilire il corretto assetto posturale globale. Interviene su problematiche posturali che possono portare a serie conseguenze come scoliosi, ipercifosi, iperlordosi, sciatalgia, lombalgia, cervicalgia, ernia discale.

Fu il terapista francese Françoise Mézières, nel 1947, a gettare le basi di questometodo esclusivo di riequilibrio posturale. Scoprì che i muscoli funzionano come un sistema collegato e coniò il termine di catene muscolari. Individuò 4 catene muscolari: posteriore, antero-inferiore, anteriore del collo e brachiale. 

Il metodo Mézières consente di ristabilire elasticità, mobilità, lunghezza e benessere dell’apparato muscolo-scheletrico. Restituisce al paziente la funzionalità di tutte le articolazioni e la simmetria del corpo in quanto postura e funzioni di muscoli e articolazioni, secondo il principio su cui si basa questo metodo, si influenzano a vicenda.

Rieducazione Posturale Globale: come funziona il Metodo Mézières

La valutazione globale e distrettuale della postura da parte del fisioterapista/mezierista o del posturologo servirà a individuare le tensioni muscolari, i punti di squilibrio e di maggior sovraccarico, i muscoli accorciati. In questo modo, sarà possibile programmare un piano terapeutico di riequilibrio posturale ad hoc, personalizzato, individuale. Non si lavora su un singolo muscolo ma su tutto il corpo per riequilibrare l’intera colonna vertebrale in modo definitivo e ripristinare la giusta postura evitando recidive.

Il metodo consiste in posizioni ed esercizi mirati che portano all’allungamento graduale della catena muscolare anteriore e posteriore. Serve ad allungare muscoli rigidi, contratti, poco elastici: bisogna mantenere le posizioni in modo prolungato.

Il metodo Mézières richiede un’estrema precisione da parte del terapista, impegnato ad allentare tensioni muscolari, risolvere squilibri muscolari e restituire la lunghezza normale ai muscoli tramite stiramenti e trazioni.

Il punto cardine del trattamento è la respirazione diaframmatica: una disfunzione del diaframma può causare rigidità e accorciamento muscolare, riduzione o aumento delle curve fisiologiche del rachide dorsale e lombare, cervicalgia per sovraccarico dei muscoli scaleni e SCOM.

Rieducazione Posturale Globale: le tre Squadre di Mézières

Come detto, il Metodo Mezieres prevede l’esecuzione di esercizi mirati, posture di trattamento (posizioni semplici ma specifiche), allungamenti, stiramenti, movimenti che mettono in tensione tutta la catena muscolare posteriore. 

Le tre Squadre di Mezieres sono le posizioni più usate nella Rieducazione Posturale Globale, da eseguire in posizione eretta, supina e da seduti con alcune varianti in base al problema da risolvere.

La prima Squadra, da eseguire in posizione supina, consiste nell’elevare le gambe a 90° per il massimo allungamento delle catene muscolari. Nelle aree contratte, retratte e colpite da disfunzione muscolare, durante l’esercizio il soggetto tenderà a sfuggire all’allungamento con una serie di compensi. Durante lo stiramento muscolare, si avverte una sorta di dolore liberatorio.

Da seduti, la seconda Squadra si esegue mantenendo la schiena dritta a 90° ed allungando in avanti le gambe.

In posizione eretta, la terza Squadra si esegue flettendo il busto in avanti, allungandosi fino a poggiare i palmi delle mani a terra a ginocchia leggermente piegate. Con le mani a terra, si dovrà espirare stendendo contemporaneamente le gambe. 

All’inizio, le posture vanno mantenute per 10 minuti: in seguito, bisognerà aumentare la durata. Il terapista assegnerà al paziente auto-posture da svolgere a domicilio in base alle proprie esigenze.

Mediamente, il percorso terapeutico dura dai 3 ai 6 mesi. 

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto