Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca

Posizione supina: qual’è e i suoi vantaggi

Posizione supina

Sommario

La postura ideale per riposare correttamente e salvaguardare il tratto cervicale è la posizione supina (a pancia in su). Per rigenerarsi fisicamente e mentalmente, bisogna dormire almeno 7-8 ore ma se non si dorme bene, a lungo andare, possono presentarsi disturbi (cervicalgia, mal di schiena, ansia, malumore, sciatica, gastrite, tensione alle articolazioni). Per prevenirli ed assicurarsi una buona qualità della vita, basta correggere le proprie abitudini. 

Un cattivo riposo notturno dipende da una postura sbagliata che può creare seri problemi alla salute da non sottovalutare. Spesso, nel letto ci si sente comodi quando si è in procinto di addormentarsi ma, nel corso della notte, la postura che si assume è scorretta. Ciò dipende non solo dalla posizione adottata per il riposo ma anche dal cuscino e dal materasso utilizzati.

Perché la posizione supina è la migliore per riposare in modo corretto? Qual è, invece, la postura peggiore, da evitare assolutamente? Quale cuscino e materasso scegliere per riposare al meglio?

Posizione supina con il cuscino giusto

Dormire a pancia sopra (posizione supina) è una scelta saggia ma, spesso, non basta. Un cuscino troppo alto, troppo basso o dalla forma sbagliata può causare danni alla cervicale e disturbi del sonno. Un cuscino ergonomico è in grado di assecondare al meglio la postura naturale del collo perché mantiene le vertebre cervicali allineate in posizione naturale. I muscoli si rilassano e il capo mantiene un orientamento corretto ovvero con gli occhi perpendicolari al materasso.

Un cuscino troppo alto porta il collo ad assumere una curvatura innaturale, concava verso il torace, che va a comprimere la porzione frontale delle vertebre cervicali ed i nervi causando una pressione costante al lato anteriore dei dischi intervertebrali. La diretta conseguenza è la disidratazione e infiammazione dei dischi.

Un cuscino troppo basso porta ad un abbassamento della nuca verso il materasso. Si adotta così una posizione innaturale della cervicale, convessa, che provoca uno schiacciamento posteriore dei dischi intervertebrali. In tal caso, le conseguenze sono dolori cervicali, indebolimento delle strutture molli, muscoli del collo infiammati. Il riposo non sarà, di certo, salutare e rigenerante neanche in questo caso.

Oltre al cuscino, anche il materasso giusto ha la sua importanza nel sostenere il corpo al meglio. La scelta migliore ricade sul materasso in memory foam, in grado di conformarsi ergonomicamente al corpo.

Posizione supina mentre si dorme: vantaggi

Pancia in su, corpo disteso sulla schiena, braccia lungo i fianchi. In posizione supina la testa deve essere sostenuta da un cuscino in grado di mantenere una postura corretta.

Questa postura ideale per il riposo notturno presenta i seguenti vantaggi:

  • Benessere della colonna vertebrale;
  • Prevenzione di dolori articolari;
  • Riposo salutare e rigenerante;
  • Miglioramento della respirazione.

Pur essendo la posizione migliore per dormire, la postura supina non è consigliata alle donne in gravidanza, a chi russa o soffre di apnee notturne. In questi casi, si raccomanda la posizione sul fianco. Per questa postura, occorre scegliere un cuscino di media rigidità per garantire il giusto allineamento della colonna cervicale e dorsale. Il lato su cui dormire varia in base alle necessità. Il lato sinistro è la scelta ideale per le donne incinte e per chi soffre di reflusso gastroesofageo. Il lato destro è consigliato a chi russa, soffre di apnee notturne o di certe patologie cardiache.

Riposo notturno: la posizione da evitare assolutamente

La postura contraria alla posizione supina è quella prona (a pancia in giù con le braccia lungo i fianchi e la parte anteriore del corpo rivolta verso il basso).

La posizione prona è da evitare in ogni caso anche quando può sembrare quella più comoda. Dormire a pancia in giù presenta effetti negativi. La respirazione diventa più difficile, può manifestarsi mal di testa cronico, il collo è costantemente soggetto a tensione.

Chi non può fare a meno di questa cattiva abitudine deve usare un cuscino sottile sotto la testa per evitare scompensi alla schiena e al collo.

Condividi articolo:
Articoli correlati