Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca

Orecchie che fischiano

Orecchie che fischiano

Sommario

L’acufene, volgarmente descritto come ‘orecchie che fischiano’, è una percezione illusoria. Chi soffre di acufeni sente fischi, fruscii, ronzii, sibili. Rumori non reali. Può percepire un lieve suono di sottofondo, un fruscio o un fischio fastidioso. 

Le possibili cause di questo segnale sono diverse. Può trattarsi della manifestazione di un trauma pregresso, della degenerazione dell’orecchio interno o di un problema di cervicale. Questo fenomeno può anche essere un sintomo passeggero, completamente innocuo, innescato da un semplice sbalzo pressorio. Se, però, il sintomo perdura sarebbe saggio fissare un appuntamento con il proprio otorino di fiducia per una visita di controllo.

Orecchie che fischiano: cause

L’acufene può essere dovuto a diverse cause tra cui:

  • Sbalzo pressorio (fischio temporaneo);
  • Accumulo di cerume;
  • Esposizione frequente a rumori intensi;
  • Allergie;
  • Sinusite;
  • Infezioni virali o batteriche come otite o labirintite;
  • Degenerazione dell’orecchio interno;
  • Assunzione di farmaci ototossici;
  • Stress emotivi e fisici:
  • Disturbo cervicale:
  • Trauma cervicale come il colpo di frusta;
  • Sforzi eccessivi, movimenti bruschi, tensioni muscolari causate da cattive posture.

I ronzii causati dalla cervicalgia non sono facili da individuare. Soltanto uno specialista esperto è in grado di riconoscere i sintomi legati a questo problema. Sa anche come migliorare la condizione risolvendo l’infiammazione del rachide cervicale grazie alla Fisioterapia mirata e all’Osteopatia.

Un disturbo cervicale può causare gli acufeni per alcuni meccanismi anatomici: problemi alla mandibola (malocclusione), muscoli cervicali prossimi all’orecchio ed alcuni centri nervosi coinvolti nell’infiammazione del rachide cervicale. 

Il muscolo sternocleidomastoideo prossimo al padiglione auricolare causa acufeni quando è molto contratto. La stessa correlazione vale per la mandibola stressata da malocclusione (collegata all’orecchio interno dal legamento disco-malleolare) e per i centri nervosi del tronco dell’encefalo collegati alle prime 3 vertebre cervicali. 

Come riconoscere gli acufeni causati dalla cervicale?

Lo specialista sa quali sintomi fanno sospettare la correlazione tra cervicalgia e acufeni. I rumori avvertiti nell’orecchio sono incostanti, una sorta di fruscio a intermittenza indotto dai movimenti del collo.

Il rumore aumenta quando la cervicalgia compare e si intensifica l’infiammazione al tratto cervicale. Muscoli e vertebre cervicali coinvolti nell’infiammazione e dolore ai trapezi causano gli acufeni insieme a sbandamenti.

Gli acufeni non dovuti a problemi del tratto cervicale non cambiano in base ai movimenti del collo: il fischio alle orecchie è costante seppure variabile. Non migliora e non peggiora.

L’acufene viene diagnosticato attraverso una visita otorinolaringoiatrica, radiografia, TAC o Risonanza Magnetica Nucleare. Il problema è che non è così semplice individuare l’acufene causato dalla cervicale. 

Orecchie che fischiano: Fisioterapia d’elezione

La Fisioterapia interviene sull’acufene dovuto a cervicalgia puntando all’eliminazione del dolore e dell’infiammazione che lo provoca. Una volta eliminata la causa, fischi e fruscii incostanti scompariranno.

Per programmare un percorso terapeutico mirato e personalizzato, è necessario eseguire una valutazione globale e distrettuale.

La terapia fisica strumentale d’elezione comprende l’applicazione della Tecarterapia e del Laser Yag ad alta potenza. Quando il dolore risulterà ridotto in modo significativo o eliminato, il fisioterapista passerà a terapie fisiche mirate a ripristinare la mobilità articolare, la forza e l’elasticità muscolare:

  • Terapia manuale osteopatica;
  • Massoterapia;
  • Trattamento miofasciale dei trigger point;
  • Esercizi terapeutici (allungamento, decompressione, rinforzo muscolare).

Il problema cervicale potrebbe essere causato anche da tensioni muscolari provocati da vizi posturali. Ecco perché è importante sottoporsi ad esame Baropodometrico per controllare la condizione posturale generale. In caso di esito positivo, si raccomanda il metodo Mezieres (Rieducazione Posturale Globale) per ristabilire l’equilibrio dell’intera colonna vertebrale e degli arti.

Spesso, non conoscendo la causa degli acufeni, la cosa migliore da fare è sottoporsi al suddetto trattamento fisioterapico completo e scoprire da soli se le orecchie che fischiano sono causate da cervicalgia o meno. Dopo la terapia, fischi, ronzii e fruscii si risolveranno insieme alla cervicalgia.

Un consiglio per alleviare qualsiasi tensione muscolare: provate un collare cervicale.

Condividi articolo:
Articoli correlati