Powered by Smartsupp

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca
Nervo femorale

Sommario

Il nervo femorale (o crurale) è un nervo periferico degli arti inferiori molto importante. Innerva la coscia, l’inguine, la gamba, una parte del piede: contiene fibre nervose delle radici spinali L2, L3 e L4. 

Nel suo percorso, il nervo crurale forma varie diramazioni (le branche addominali). Ha una duplice funzione: motoria e sensitiva. A livello sensitivo controlla la sensibilità della parte lato-mediale della gamba, antero-mediale della coscia e lato-mediale del piede. Dal lato motorio, controlla i muscoli estensori del ginocchio e flessori dell’anca.

Il nervo femorale può essere soggetto a danni e patologie.

Nervo femorale (o crurale): cos’è

Il nervo femorale nasce dal plesso lombare a livello dell’addome (alla quinta vertebra lombare). E’ la diramazione più grande del plesso lombare (una ‘rete’ di nervi spinali che innervano tutto l’arto inferiore e una parte dell’addome). Come accennato, è un nervo che svolge funzioni sensitive e motorie e rappresenta un importante nervo del SNP (sistema nervoso periferico). Scorre lungo gli arti inferiori: il corpo umano presenta due nervi crurali, destro e sinistro.

Dalla quinta vertebra lombare attraversa il muscolo grande psoas, raggiunge l’osso iliaco, scorre attraverso il legamento inguinale e raggiunge la coscia e la gamba. A livello addominale, il nervo femorale dà origine a piccole diramazioni che hanno il compito di innervare il muscolo iliaco.

La divisione anteriore del nervo comprende la branca muscolocutanea laterale e muscolocutanea mediale. La divisione posteriore del nervo serve a livello motorio i 4 nervi del quadricipite femorale (parte anteriore della coscia), mentre a livello sensitivo serve il nervo safeno e le branche articolari del ginocchio.

Funzioni motorie

Il nervo crurale svolge funzioni motorie e sensitive.

Riguardo alle funzioni motorie, innerva i muscoli della parte anteriore della coscia: flessori dell’anca (muscolo pettineo, iliaco, sartorio) ed estensori del ginocchio (retto femorale, vasto laterale, intermedio e mediale, che insieme formano il quadricipite femorale).

Funzioni sensitive

Le funzioni sensitive sono svolte dalle branche:

  • Muscolocutanea mediale e laterale, che innervando la cute nella parte antero-mediale della coscia rendono sensibile questa parte anatomica;
  • Articolari del ginocchio, tre in tutto, che trasmettono funzioni sensitive dalla membrana sinoviale del ginocchio e dalla capsula articolare;
  • Nervo safeno (il tratto finale del nervo femorale) che rende sensibile il lato mediale della gamba e del piede.

Nervo femorale: patologie

Il nervo femorale può essere soggetto a danni e compressioni responsabili di patologie. Tali danni e compressioni possono compromettere entrambe le funzioni del nervo (motoria e sensitiva).

Le cause responsabili di danno del nervo crurale possono essere infortuni, traumi diretti al nervo, mentre la compressione potrebbe essere dovuta alla presenza di un ematoma o di una massa tumorale.

La patologia più diffusa che colpisce il nervo femorale è la cruralgia che si manifesta con dolore alla coscia (anteriormente o internamente), formicolio, sensazione di bruciore, debolezza, intorpidimento, perdita di sensibilità. A volte, la cruralgia è associata al mal di schiena: in questo caso, prende il nome di lombocruralgia. Tra i fattori di rischio: sforzi eccessivi, vita sedentaria, posture scorrette, obesità, sollevamento di pesi eseguito in modo errato.

Danni o compressioni di tipo motorio: effetti sul nervo femorale

I danni o compressioni di tipo motorio del nervo femorale possono causare diversi problemi a seconda del punto preciso colpito, danneggiato o compresso del nervo stesso. Tra gli effetti a livello motorio, citiamo la perdita della capacità di flessione dell’anca o di estensione del ginocchio e l’atrofizzazione del muscolo quadricipite.

Danni o compressioni di tipo sensitivo: effetti sul nervo crurale

Riguardo agli effetti di tipo sensitivo, i danni o la compressione del nervo femorale possono provocare la perdita di sensibilità cutanea nella parte antero-mediale della coscia, nel lato mediale del piede o della gamba. Anche nel caso degli effetti sensitivi, l’entità del danno o compressione del nervo dipendono dal punto colpito, compresso o danneggiato del nervo.

Condividi articolo:
Articoli correlati