Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Meridiani energetici

Meridiani energetici

Sommario

Il nostro organismo è attraversato da una fitta rete di canali detti meridiani energetici. Si possono paragonare a strade lungo cui può scorrere un’energia vitale denominata Qi. E’ ciò che sostiene la medicina cinese.

I meridiani energetici, queste strade, possono presentare dimensioni diverse, più o meno grandi. Possono essere autostrade, strade statali o urbane, sentieri di campagna. 

Tutte, a prescindere dalle dimensioni, funzionano per connettere punti diversi del corpo. Sono vie che il Qi raggiunge percorrendo il corpo svariate volte dalla testa ai piedi, dalla periferia al centro e viceversa.

In questa guida spieghiamo cosa sono, la teoria di base, le varie tipologie ed applicazioni.

Meridiani energetici: cosa sono

La medicina tradizionale cinese (MTC) non considera l’organismo solo dal lato fisico con le sue vene, arterie, fasci nervosi, organi, ecc. Secondo la MTC il sistema è molto più complesso ed include una rete di comunicazione meno evidente in cui agiscono i meridiani (o canali) energetici. 

I meridiani energetici, questi canali di energia, non si possono né vedere né toccare perché fisicamente non esistono in modo autonomo, si ‘appoggiano’ ad altre strutture corporee.

Scorrono in tutto il nostro corpo, sono come corsi d’acqua sotterranei che, a diverse profondità, emergono in superficie in certi punti denominati Tsubo. Con le tecniche della digitopressione o dell’agopuntura si vanno a stimolare proprio questi punti allo scopo di accedere al sistema energetico di una persona.

La teoria dei meridiani costituisce il punto di riferimento di ogni operatore di medicina cinese. Rappresenta lo strumento essenziale per trattamenti energetici come l’agopuntura, il massaggio tuina, digitopressione o altre tecniche come percussione o moxibustione.

Secondo la medicina tradizionale cinese, lo squilibrio di un meridiano può dipendere sia dal meridiano stesso sia dal corrispondente organo. La disfunzione di un organo può derivare da una disarmonia del meridiano. Il trattamento orientale mira alla stimolazione di particolari punti cutanei. L’obiettivo è mantenere o ristabilire il corretto funzionamento dell’intero organismo.

I principali meridiani energetici

I principali meridiani sono dodici. Si tratta dei meridiani di polmone, rene, vescica urinaria, fegato, intestino crasso, intestino tenue, cistifellea, cuore, pericardio, triplice riscaldatore, stomaco e milza. 

Insieme costituiscono la circolazione energetica del corpo. A ciascun meridiano sono collegati l’organo corrispondente, uno dei cinque sensi, una porzione del corpo, un fluido corporeo, uno spettro di emozioni.

Ogni meridiano influenza, riflette e rappresenta un certo carattere della persona a livello emotivo, fisico, psicologico e spirituale. Nel pensiero orientale, tutto è collegato, secondo la concezione olistica. Ogni organo ed altri aspetti della persona sono connessi tra loro. Ad esempio, un problema a livello emotivo si ripercuoterà sull’organo corrispondente, il fegato, causando un disturbo a quell’organo.

Altre tipologie di meridiani

Oltre ai meridiani principali, esistono altre tipologie di canali energetici come i meridiani tendino-muscolari, straordinari, distinti e luo longitudinali.

I 12 meridiani tendino-muscolari seguono il percorso di quelli principali, ma restano più superficiali e interessano aree più ampie. Il loro decorso, a livello delle articolazioni, comprende gruppi muscolari, legamenti, tendini. Distribuiscono sangue a tendini e muscoli. Vengono utilizzati per trattare disfunzioni della postura e del movimento, ma anche della pelle.

Gli 8 meridiani straordinari, riserve energetiche in contatto con il Qi, originano tutti dal rene. Rappresentano l’assetto costituzionale di una persona a livello fisico, psichico ed energetico. Vengono impiegati per trattare malattie congenite.

I 12 meridiani distinti rafforzano la connessione organo-viscere di ogni meridiano principale con il meridiano di coppia. Vengono scelti nei trattamenti di malattie che colpiscono la costituzione.

Infine, i 15 meridiani luo longitudinali, diramazioni di quelli principali, garantiscono la distribuzione capillare del sangue e del Qi. Sono localizzati tra pelle e muscoli e proteggono da fattori patogeni esterni.

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto