Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Mandibola storta

Mandibola storta

Sommario

Nessuno di noi può vantare un volto perfettamente simmetrico. Alcuni soggetti, però, presentano un’asimmetria facciale decisamente marcata, dovuta alla mandibola storta (nota anche come asimmetria mandibolare). Questa condizione è caratterizzata da una mandibola non allineata correttamente che provoca problemi di malocclusione dentale, difficoltà nel chiudere la bocca in modo corretto o di masticazione.

Tale disturbo, che può essere dovuto a diverse cause (congenite o acquisite), determina conseguenze sia estetiche sia funzionali.

Per evitare conseguenze anche notevoli, è necessario correggere la mandibola storta. Quali sono le cause e i sintomi? Come risolvere questo disturbo?

Mandibola storta: cause

Le possibili cause dell’asimmetria mandibolare sono:

  • Anomalia strutturale di tipo genetico;
  • Problemi di crescita scheletrica e sviluppo anomalo della mandibola che altera la struttura facciale;
  • Infezioni;
  • Traumi facciali o mascellari che portano ad uno spostamento o instabilità dell’osso;
  • Disfunzioni o alterazioni di ossa, muscoli o cartilagine delle articolazioni temporomandibolari (che collegano mandibola e cranio);
  • Deviazione della mandibola per mal posizione dentale, che fa scivolare da un lato la mandibola stessa.

Sintomi

La mandibola storta può variare in termini di gravità.

I sintomi caratteristici, in linea generale, sono:

  • Dolore avvertito all’articolazione della mandibola;
  • Schiocco o senso di sfregamento all’articolazione mandibolare;
  • Apertura della bocca deviata e limitata;
  • Lussazione o blocco della mandibola.

I sintomi tipici possono essere accompagnati da sintomi non specifici, di cui si soffre anche per altre patologie, come: 

  • Dolore e affaticamento dei muscoli del viso;
  • Mal di testa;
  • Capogiri;
  • Dolore alla schiena e alla cervicale;
  • Mal di denti;
  • Affaticamento della vista;
  • Problemi all’orecchio come dolore, riduzione dell’udito, acufene.

Diagnosi

Per scegliere la terapia più adeguata, è necessario eseguire una diagnosi accurata della mandibola con valutazione personalizzata. 

In base all’esito della diagnosi, si potrà optare per approcci non chirurgici (come terapie di stimolazione muscolare o apparecchi ortodontici) oppure per la chirurgia ortognatica.

Un professionista in chirurgia maxillo-facciale e medicina estetica valuterà la simmetria del viso e procederà con una serie di test, radiografie o TAC che forniscono una visione dettagliata delle strutture ossee facciali. 

Mandibola storta: impatto sull’estetica del viso e sulla salute

La mandibola storta e la malocclusione dentale sono responsabili di problemi non solo estetici (incidendo negativamente sull’aspetto del viso), ma funzionali in termini di masticazione, articolazione del linguaggio, disturbi dell’ATM (articolazione temporomandibolare) che possono causare dolore e disagio.

Riguardo alla masticazione, il disallineamento tra mascella e mandibola non consente una corretta distribuzione del carico della masticazione. Tutto questo incide negativamente su singole zone delle arcate dentarie.

Se mandibola e mascella non sono ben allineate tra loro ne risente anche la capacità di linguaggio. Suoni e parole si articolano al meglio quando la lingua poggia correttamente in certe parti della bocca (palato, incisivi).

La mandibola storta può avere implicazioni anche sulla postura del collo e della colonna vertebrale causando problemi di equilibrio, tensioni muscolari e mal di schiena.

Mandibola storta, cosa fare? Trattamenti

Eseguendo un’impronta delle arcate dentali, radiografie di denti, volto e cranio, uno specialista potrà effettuare una diagnosi completa.

L’asimmetria mandibolare nei bambini, in genere, si risolve con apparecchi mobili o fissi per correggere la forma della mandibola bilanciandone lo sviluppo.

Per gli adulti, il discorso è diverso e più complesso. Il trattamento può prevedere l’uso di apparecchi ortodontici per mesi o anni ma, talvolta, è necessario ricorrere alla chirurgia maxillo-facciale (o chirurgia ortognatica) per correggere e ripristinare l’armonia tra mandibola e mascella. La chirurgia ortognatica rimodella o riposiziona l’osso mascellare per ripristinare un allineamento corretto.

Per asimmetrie mandibolari più lievi che incidono soltanto a livello estetico, si possono usare filler a base di acido ialuronico per riempire, correggere la mancanza di volume o armonizzare i due lati del viso.

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto