Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca

Magnetoterapia ginocchio: utilità

magnetoterapia ginocchio

Sommario

La Magnetoterapia ginocchio e, più in generale, la Magnetoterapia CEMP, sfrutta campi magnetici a bassa intensità per intervenire sul dolore e favorire la guarigione dell’articolazione. Con le onde elettromagnetiche non ionizzanti generate dalla Magnetoterapia non si corre alcun rischio biologico, anzi. Ha la funzione di ripristinare l’equilibrio biochimico delle cellule e di rigenerare la membrana cellulare.

Ci concentriamo sul trattamento di patologie che riguardano il ginocchio, soprattutto di natura ossea. Ci riferiamo a patologie come artrosi, borsite, tendinite, lesione del menisco, sofferenze causate da traumi (fratture, edema osseo), sindrome femoro-rotulea. 

Prima di sottoporsi a sedute di Magnetoterapia, è molto importante chiedere il parere di un medico o di un fisioterapista per verificare se sia idoneo al proprio caso.

Magnetoterapia ginocchio: come si usa

La Magnetoterapia ginocchio si usa in modo semplice e pratico. Si applicano due solenoidi magnetici da posizionare ai lati del ginocchio (sull’area da trattare) e da fissare usando un’apposita fascia.

I solenoidi sono collegati al dispositivo che genera il CEMP (campo elettro magnetico pulsato).

Un apparecchio di magnetoterapia acquistato o noleggiato può essere usato da tutti: non occorre avere conoscenze tecniche o mediche specifiche. Il servizio di noleggio offre supporto e assistenza tecnica per il primo utilizzo: il dispositivo è già programmato secondo le esigenze dell’utente o regolabile (a intensità e frequenze variabili). Si seleziona l’area del corpo da trattare (in questo caso, il ginocchio) e il tipo di terapia di cui necessita l’utente (antidolorifica, antinfiammatoria, rigenerante).

Per trattamenti e Riabilitazione, i fisioterapisti usano in genere i campi magnetici di bassa frequenza e alta intensità. Sono più efficaci nel trattamento di dolore e infiammazione, patologie muscolo-scheletriche, fratture ossee, disturbi alle articolazioni, malattie del sistema circolatorio, nervoso, cutaneo, locomotorio. 

La Magnetoterapia CEMP (a bassa frequenza e alta intensità) rigenera i tessuti, migliora il microcircolo e l’ossigenazione cellulare. Serve ad accelerare i tempi di guarigione e di recupero post-operatorio, accelera le calcificazioni ossee ed è raccomandata nel trattamento di patologie che necessitano di sedute costanti, quotidiane, a lungo termine.

La Magnetoterapia ad alta frequenza e bassa intensità è più indicata per patologie che colpiscono i tessuti molli e stati infiammatori, artrosi, dolori muscolari e osteo-articolari. L’azione antinfiammatoria e antidolorifica su articolazioni e tendini è molto intensa. Contrasta edemi e favorisce la circolazione arteriosa.

Magnetoterapia ginocchio anche di notte?

La Magnetoterapia CEMP utilizza un apparecchio che emette campi magnetici a bassa intensità. L’obiettivo è dare sollievo al dolore e stimolare la guarigione dell’articolazione.

I medici consigliano di usare il dispositivo fino ad un massimo di 8 ore: le sedute possono essere effettuate comodamente da casa (di giorno e anche di notte) visto che si può noleggiare o acquistare.

Il trattamento notturno della magnetoterapia ginocchio è una bella comodità. E’ possibile farlo perché questo trattamento è indolore, non invasivo e non presenta effetti collaterali, quindi si può applicare anche durante il riposo in tutta sicurezza.

Per fruire del dispositivo è necessario richiedere la prescrizione medica.

Magnetoterapia: benefici

Ecco, di seguito, i benefici apportati dalla Magnetoterapia;

  • Azione antinfiammatoria e antidolorifica;
  • Effetto rigenerante dei tessuti;
  • Miglioramento della circolazione sanguigna e del metabolismo cutaneo;
  • Azione antiedemigena;
  • Effetto cicatrizzante;
  • Aumento della mineralizzazione ossea e rapida calcificazione delle fratture con formazione di callo osseo;
  • Azione decontratturante;
  • Contrasto di disturbi articolari e reumatici.

Magnetoterapia: controindicazioni

Pur essendo un trattamento sicuro e privo di effetti collaterali, come gli altri elettromedicali la Magnetoterapia presenta controindicazioni.

E’ controindicata in caso di:

  • Cardiopatia o extrasistole gravi;
  • Epilessia;
  • Gravidanza e allattamento;
  • Presenza di pacemaker, impianti metallici;
  • Lesioni vascolari o emorragie in atto; 
  • Ipertiroidismo;
  • Neoplasie in atto o precedenti (il paziente dovrà chiedere il parere del medico di fiducia);
  • Presenza di protesi metalliche seppure non si tratti di una controindicazione assoluta. Anche in questo caso, occorre il parere e il controllo del medico.
Condividi articolo:
Articoli correlati