Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Le migliori sedie per ambulatorio: guida alla scelta

le migliori sedie per ambulatorio

Sommario

Sembra facile scegliere tra le migliori sedie per ambulatorio ma non lo è affatto. Questo elemento di arredo professionale deve essere funzionale, pratico e comodo ma non solo. A contatto diretto con pazienti e accompagnatori, la sedia deve anche trasmettere serenità in sala d’attesa.

In uno studio o ambulatorio, la sedia è l’accessorio più importante per supportare il paziente ma deve essere quella giusta: ergonomica, di qualità, in grado di assicurare una postura corretta per prevenire danni alla spina dorsale e assicurare un senso di benessere.

Quali sono gli elementi da valutare per scegliere la sedia da ambulatorio ideale?

Le migliori sedie per ambulatorio: la struttura ideale

La struttura è la prima caratteristica da valutare tanto in una sedia da ambulatorio quanto in una sedia da ufficio. La parola chiave è ergonomia che garantisca una postura corretta, funzionale, pensata per il rispetto delle caratteristiche psicofisiche del nostro corpo.

La migliore sedia per ambulatorio deve disporre di schienale e seduta che favoriscano la giusta posizione della colonna vertebrale per scongiurare mal di schiena o fastidi e sensazioni pessime quando si è in attesa del proprio turno per una visita.

La struttura della sedia deve avere la giusta altezza, uno schienale robusto, braccioli per mantenere al meglio la postura, imbottiture ed altri elementi che la rendano confortevole ed ergonomica.

Le sedie sono uno dei migliori biglietti da visita in uno studio o ambulatorio: dimostrano quanto il professionista ci tenga alla tua salute.

L’importanza della postura corretta in sala d’attesa e in ambulatorio

Per favorire la giusta postura in sala d’attesa o altrove, la sedia deve essere dotata di un comodo poggiatesta e di uno schienale regolabile. Di regola, la schiena deve essere posizionata a 90°, mentre le ginocchia devono essere flesse con i piedi ben piantati a terra.

Per evitare sforzi inutili, la sedia per la scrivania in un ambulatorio o in uno studio medico dovrebbe essere non solo robusta ma dotata di ruote, da spostare facilmente e comodamente. 

La sedia per ambulatorio, in sostanza, deve permettere ai pazienti di attendere con serenità il proprio turno e di adottare una postura corretta per un benessere psicofisico totale, per questo vi consigliamo questa sedia comoda con ruote anteriori e posteriore piroettante e quest’altra sedia comoda con schienale reclinabile.

Quali caratteristiche non bisogna sottovalutare nella scelta di sedie da ambulatorio?

Sgabelli e sedie da ambulatorio: caratteristiche, guida alla scelta

Lo sgabello o sedia per ambulatorio deve possedere le seguenti caratteristiche:

  • Imbottitura per assicurare il massimo comfort, realizzata in tessuto a maglia fitta che favorisce un passaggio d’aria ed una traspirazione naturale, soprattutto nello schienale. Esistono anche modelli in similpelle di alta qualità;
  • Braccioli per mantenere al meglio la postura per tutta la durata dell’attesa. E’ anche vero che esistono modelli senza braccioli in grado di garantire ugualmente comodità ed ergonomia;
  • Regolazione in altezza con base in alluminio o plastica. Lo schienale regolabile consente di assumere una postura non solo corretta ma personalizzata;
  • Anelli poggiapiedi per il massimo comfort.

Che si tratti di un modello semplice o sofisticato, la parola chiave è sempre la stessa: ergonomia di una sedia comoda e avvolgente.

C’è un altro aspetto molto importante da valutare, che non tutti considerano: il colore. Perché?

I colori sono uno strumento di comunicazione, ogni tonalità ha un proprio significato. Trasmettono emozioni perché stimolano la parte limbica del cervello (responsabile della sfera emotiva).

Visto che la sedia da ambulatorio dovrebbe trasmettere serenità, sensazioni positive e benessere per allentare l’ansia dell’attesa, bisogna scegliere un colore che renda l’ambiente rilassante.

Per centrare il bersaglio, occorre scegliere una tonalità relax come il verde o neutra come il bianco (il colore più usato negli studi medici) da abbinare al resto dell’arredamento.

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto