Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Infiltrazioni acido ialuronico ginocchio

Infiltrazioni acido ialuronico ginocchio

Sommario

L’acido ialuronico è una sostanza naturale, presente nelle nostre articolazioni, sintetizzata dalle cellule presenti nel liquido sinoviale. Con l’avanzare dell’età l’organismo ne produce sempre meno e questa carenza può provocare dolore, rigidità, difficoltà motorie. 

Le infiltrazioni acido ialuronico ginocchio servono proprio per colmare questa lacuna ed intervenire come trattamento contro la gonartrosi (artrosi ginocchio). Servono a curare i primi sintomi della gonartrosi, come pure delle lesioni cartilaginee e meniscali. Questo trattamento viene applicato per bloccare la progressione dell’artrosi in abbinamento a farmaci, se necessario, e fisioterapia, sempre consigliata.

Come funziona la terapia? Comporta effetti collaterali e controindicazioni?

Infiltrazioni acido ialuronico ginocchio: trattamento per la gonartrosi

La gonartrosi, processo degenerativo della cartilagine presente nell’articolazione del ginocchio, è causata principalmente dall’invecchiamento. Seguono altre cause: traumi maggiori, traumi minori ripetuti nel tempo, riduzione del liquido sinoviale. In genere, compare dopo i 50 anni: si manifesta con dolore (che si riduce a riposo) e graduale difficoltà di movimento.

Nel corso del tempo, la riduzione di acido ialuronico nell’organismo non permette una lubrificazione ottimale della cartilagine nell’articolazione, tanto da causare dolore e infiammazione.

E’ importante diagnosticare precocemente la gonartrosi perché è proprio nelle fasi iniziali che l’acido ialuronico può rallentare in modo efficace la progressione della patologia.

Questo trattamento conservativo risulta meno efficace quando è in corso un processo infiammatorio. In una condizione di degenerazione media, sono più indicate le iniezioni con cellule staminali per un maggior effetto rigenerativo e per frenare l’usura della cartilagine.

Acido ialuronico: cos’è, proprietà e benefici

L’acido ialuronico è una sostanza prodotta naturalmente dal nostro organismo all’interno dei tessuti connettivi. E’ presente, ad esempio, nella pelle e nei globi oculari, ed è una sostanza importante nel liquido sinoviale, all’interno delle sacche che proteggono le articolazioni.

L’organismo sintetizza, utilizza e smaltisce progressivamente l’acido ialuronico. La produzione di acido ialuronico, col passare degli anni, rallenta contribuendo alla degenerazione delle cartilagini.

Vanta tre principali proprietà:

  • Visco-suppletive: mantiene lubrificata l’articolazione, di conseguenza minimizza l’attrito fra le superfici delle ossa, assorbe gli urti e frena la degenerazione e l’usura della cartilagine;
  • Visco-induttive: favorisce la produzione di altro acido ialuronico nella zona trattata;
  • Antinfiammatorie grazie alla sua azione su certi recettori che trasportano il nutrimento alle cartilagini.

Riguardo ai benefici, nei casi di gonartrosi lieve, le iniezioni di acido ialuronico hanno un’azione antinfiammatoria mirata. Attenuano il dolore ed incrementano la densità dei condrociti (cellule presenti nella cartilagine).

Per garantire l’efficacia del trattamento e l’effetto rigenerativo, il paziente deve abbinare alle infiltrazioni sedute di fisioterapia per ripristinare il tono muscolare e gli schemi motori perduti a causa del dolore e della limitazione funzionale.

Infiltrazioni acido ialuronico ginocchio: come funziona

Innanzitutto, è bene ricordare che questo trattamento è indicato nelle prime fasi della gonartrosi, in assenza di infiammazione. La prima opzione è l’assunzione di antinfiammatori e sedute di fisioterapia mirata ma, quando le tecniche conservative non funzionano, si ricorre alle iniezioni di acido ialuronico.

Il trattamento è molto semplice: si inietta l’acido ialuronico direttamente nell’area compromessa. La procedura dura pochi minuti e non prevede anestesia.

Il numero di applicazioni e la frequenza variano in base alle esigenze del paziente ed alla capacità di assorbimento del suo organismo. Non ci sono limiti, si può ripetere un numero indefinito di volte.

Di solito, per un effetto ottimale, si prevede un minimo di 2-3 sedute a distanza di qualche settimana.

L’effetto benefico è variabile: si verifica generalmente dopo alcuni mesi dall’ultima seduta, nel migliore dei casi dopo un mese.

Effetti collaterali e controindicazioni

Raramente, si possono verificare i seguenti effetti collaterali:

  • Dolore nell’area trattata;
  • Gonfiore del ginocchio;
  • Versamento di liquido.

Il paziente deve comunicare eventuali allergie: in certi casi, in presenza di allergie, le infiltrazioni possono essere controindicate.

Ad eccezione delle reazioni allergiche, le controindicazioni sono praticamente nulle.

E’ bene affidarsi alle mani di un esperto che opera all’interno di un centro specializzato, dove si rispettano gli standard di sterilità delle procedure per ridurre al minimo il rischio di infezione.

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto