Powered by Smartsupp

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca

Frenulo labiale: cos’è e come si cura una sua disfunzione

frenulo labiale

Sommario

Anche il più piccolo elemento della bocca è importante per la salute del cavo orale. Quel piccolo lembo di tessuto noto come frenulo labiale o della bocca è tuttora molto trascurato e sottovalutato, eppure
bisognerebbe controllarlo fin dalla più tenera età.
In caso di anomalie (che possono interessare larghezza, lunghezza o altro), si possono manifestare effetti patologici legati alla deglutizione, respirazione o logopedia.
Scopri cos’è il frenulo, a quali anomalie può essere soggetto, che genere di patologie si rischiano e quali sono i migliori trattamenti per risolvere eventuali problemi.

Frenulo labiale: cos’è, caratteristiche

Il frenulo labiale è un piccolo lembo tissutale che serve a collegare tra loro le varie strutture del cavo orale:
in questo modo, rende possibil i movimenti delle labbra e della lingua.
Le caratteristiche principali sono tre: lunghezza, spessore e punto d’inserzione. Quest’ultimo è il punto in cui termina il frenulo legandosi ad un’altra struttura della bocca.
Dall’osservazione dell’inserzione lo specialista può verificare se lunghezza e spessore del frenulo sono
adeguati o se, al contrario, presentano anomalie su cui intervenire.
 

Tipologie di frenuli labiali

Esistono tre tipi di frenuli ciascuno dei quali collega tra loro due strutture del cavo orale.
Possiamo distinguere il frenulo:

  • Linguale: collega la lingua al pavimento orale consentendo e guidando i movimenti della lingua
    stessa;
  • Superiore: collega il labbro superiore alla gengiva all’altezza degli incisivi centrali;
  • Inferiore: connette il labbro inferiore alla gengiva sempre all’altezza degli incisivi centrali.
    La presenza di malformazioni del frenulo labiale può provocare patologie nel bambino e nell’adulto. E’
    necessario effettuare controlli ed intervenire con eventuali cure per la salute del cavo orale.

Frenulo della bocca: patologie

A seconda delle tipologie di frenulo, si possono associare specifiche patologie.
Il frenulo linguale può essere soggetto a problemi di lunghezza ridotta. In tal caso, i movimenti della lingua sono limitati: il bambino ha difficoltà ad apprendere la fonazione, a deglutire e respirare correttamente.
Lo sviluppo di mascella e mandibola, a lungo andare, può essere influenzato negativamente.
Il frenulo labiale superiore può, invece, presentare ipertrofia (andrebbe, quindi, ridotto) o un’inserzione
anomala (terminare in un’area più prossima ai denti rispetto alla norma). In entrambi i casi, si origina un diastema, uno spazio tra gli incisivi centrali superiori.
Il frenulo labiale inferiore può provocare un’eccessiva trazione sui colletti dentali che, nel tempo, può
causare una recessione gengivale all’altezza degli incisivi centrali inferiori.

Trattamenti per la cura del frenulo labiale

E’ altamente raccomandato effettuare un controllo dei frenuli in tenera età per intervenire tempestivamente su eventuali problemi. Per una diagnosi accurata dei frenuli, occorre rivolgersi all’ortodontista assistito dall’odontoiatra pediatrico.
In caso di frenulo linguale corto si interviene chirurgicamente per rimuoverlo: in seguito, il lavoro di un
logopedista servirà a garantire la corretta ripresa della fonazione.
Se il problema è il diastema per il frenulo labiale superiore, bisogna intervenire applicando al soggetto un apparecchio ortodontico.
Si ricorre alla frenulectomia anche per il frenulo labiale inferiore come per quello linguale. Si interviene
precocemente soltanto in presenza di un danno paradontale rimuovendo il frenulo e recuperando la
fonazione con un logopedista.
La recisione del frenulo (frenulectomia) può essere eseguita con la tecnologia laser, una tecnica sicura e precisa se effettuata da uno specialista qualificato.

Condividi articolo:
Articoli correlati