Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Faccette dentali costi

Faccette dentali

Sommario

Esistono due sistemi per migliorare esteticamente il proprio sorriso. Il primo è lo sbiancamento dentale, il secondo consiste nel ricorrere alle faccette dentali. Costi? Riguardo ai costi e a tutto quello che c’è da sapere, risponderemo sul focus ‘faccette dentali’ che rappresentano la tecnologia più innovativa per ottenere un sorriso perfetto. 

Lo sbiancamento migliora soltanto il colore dei denti e dura meno delle faccette dentali. Queste ultime, oltretutto, intervengono anche su altri difetti estetici spesso responsabili di complessi, insicurezza. Lo specialista può correggere denti storti o rovinati, usurati, scheggiati, ingialliti.

Le faccette dentali costituiscono l’unica alternativa valida alle corone con un vantaggio importante. Con questo sistema la superficie del dente viene limata soltanto di 0,5 mm per preservare la parte sana. Consideriamo che, nel caso si volesse applicare una corona, la superficie del dente va limata di 1,8 mm.

Quali sono le caratteristiche ed i costi delle faccette dentali?

Faccette dentali: caratteristiche

Le faccette dentali sono piccole protesi che si applicano sui denti. Bastano 3 sedute per l’applicazione, sono spesse 0,5 mm. Visto che le faccette dentali non sono tutte uguali, è importante saper riconoscerne la qualità, altrimenti potrebbero durare poco.

Possono essere realizzate con il materiale impiegato per le otturazioni (composito), in porcellana, ceramica o disilicato di litio. Quest’ultimo è il materiale più innovativo: viene lavorato sfruttando la tecnologia CADCAM che permette di scansionare la struttura delle arcate dentali per ottenerne il formato digitale. Si usa uno scanner 3D in grado di trasmettere i dati ad uno specifico software riproducendo in digitale.

Faccette dentali: dalle veeners a quelle in disilicato di litio

Le faccette dentali sono lamine che vengono applicate sulla superficie esterna dei denti per correggere forma e colore. Sono personalizzate, realizzate su misura. 

Intervengono su denti usurati (a causa di cattive abitudini come mangiarsi le unghie o bruxismo). Ripristinano le funzioni masticatorie in caso di traumi (denti scheggiati, fratture dentali).

Grazie alle faccette è possibile ridurre spazi tra un dente e l’altro, difetti di forma e posizione. Si tratta di protesi dentarie vere e proprie. Basterà limare di poco i denti (decisamente meno rispetto a quando si applica una corona). Talvolta, non serve nessuna preparazione o limatura del dente: le cosiddette faccette no-prep si applicano, ad esempio, in caso di margini consumati o spazi tra i denti.

Le veneers, realizzate in ceramica o composito, hanno uno spessore che va da 0,5 a 0,7 mm. Lo spessore sottile e ridotto permette di salvaguardare lo smalto dentale: protegge i denti da un’eventuale devitalizzazione.

Le faccette usate più di frequente sono quelle in ceramica e porcellana, le più resistenti. Quelle in disilicato di litio vengono create con una ceramica molto bella a livello estetico oltre che resistente e duratura.

Faccette dentali: costi e durata

Il costo delle faccette dentali dipende da vari fattori:

  • Numero di denti su cui intervenire;
  • Materiale utilizzato per le lamine;
  • Eventuali problematiche che possono verificarsi durante l’applicazione.

Di sicuro, è consigliabile scegliere materiale di qualità, quelle in ceramica, che assicura una performance migliore e una maggiore durata.

Il prezzo delle faccette in ceramica oscilla tra i 200 e i 600 euro.

La durata media delle faccette dentali di qualità, applicate correttamente, è di 10 anni. Possono durare anche più di 20 anni con un’attenta manutenzione.

Il rischio di distacco è molto basso: 2% in 5 anni, percentuale destinata a ridursi con le giuste misure preventive.

Possono essere rimosse con la limatura per essere sostituite da una corona protesica, se necessario.

Faccette dentali: controindicazioni ed eventuali problematiche

Le faccette dentali sono controindicate in caso di:

  • Denti ipersensibili perché la limatura dei denti potrebbe peggiorare il problema;
  • Bruxismo che porta a digrignare e serrare i denti. In questo caso, le faccette potrebbero danneggiarsi.

Un trattamento scorretto può causare conseguenze come distacco (per materiale di scarsa qualità o applicazione sbagliata) e discromia (colore diverso dei denti).

E’ altamente raccomandato affidarsi ad uno specialista esperto e preparato.

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto