Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

Emangioma vertebrale

Emangioma vertebrale

Sommario

L’emangioma vertebrale è un angioma, ovvero un tumore benigno vascolare, che si sviluppa lungo la spina dorsale. Si verifica una proliferazione incontrollata delle cellule epiteliali del vaso sanguigno che irrora il rachide, il corpo vertebrale che protegge il midollo spinale sostenendo testa e tronco. 

E’ un emangioma cavernoso, nel senso che si sviluppa negli strati più profondi o negli organi. Proprio per questo motivo, essendo meno visibile, rischia di passare inosservato fino ad aggravarsi ed interferire con funzioni come la vista, la respirazione, l’alimentazione. L’angioma vertebrale colpisce, in particolare, i tratti lombare e toracico.

Quali sono i sintomi e le cause dell’emangioma vertebrale? Come si cura?

Emangioma vertebrale: cos’è

L’emangioma è noto anche come ‘marchio di fragole’. Questa spugna può comparire non solo sulla cute ma in diversi organi (tessuto polmonare, osseo, renale, pancreatico, fegato). Si tratta di malformazioni dovute ad un eccesso di tessuto che si forma nelle arterie, vene, vasi linfatici. 

L’emangioma si può formare anche nei corpi vertebrali o nell’arco vertebrale, in particolare nel tratto lombare e toracico.

Le donne sono più colpite rispetto agli uomini. E’ un tumore benigno che potrebbe diventare pericoloso. Crescendo nella colonna vertebrale può premere sui nervi oppure attaccare strutture importanti.

Di rado, provoca instabilità con conseguenti fratture vertebrali.

Gli emangiomi dello scheletro sono localizzati per il 40% all’interno della colonna vertebrale.

Emangioma vertebrale: sintomi

I sintomi tipici dell’emangioma vertebrale sono:

  • Dolori alla schiena anche a riposo;
  • Debolezza muscolare;
  • Scarsa sensibilità o intorpidimento agli arti inferiori se l’emangioma coinvolge le strutture nervose;
  • Mobilità limitata e dolorosa nel punto dove è localizzato l’emangioma.

In caso di tumore maligno, i sintomi cambiano:

  • Febbre;
  • Sudorazione notturna;
  • Perdita di peso;
  • Affaticamento;
  • Linfoadenopatia.

Cause dell’emangioma

L’emangioma si forma quando i vasi sanguigni proliferano da soli. Può insorgere ovunque siano presenti vasi sanguigni.

La causa non è tuttora nota ma non sono esclusi fattori ereditari e genetici.

Per diagnosticare un sospetto emangioma, oltre all’anamnesi, si procede con esami neurologici quali ecografia, TC (tomografia computerizzata), MRI (imaging a risonanza magnetica). Potrebbe essere necessario eseguire esami di medicina nucleare e una biopsia per esaminare un campione di tessuto.

Come si cura un emangioma vertebrale

In rari casi, l’emangioma richiede un trattamento: in genere, se piccolo e stabile, regredisce da solo. Se non regredisce va controllato periodicamente una volta all’anno con esame MRI per verificarne l’eventuale crescita.

Se le malformazioni vascolari esercitano un’eccessiva pressione sugli organi interni o sulle vie respiratorie oppure se compromettono il regolare sviluppo delle ossa nei bambini è, invece, il caso di intervenire chirurgicamente. L’intervento chirurgico viene eseguito, di solito, con il supporto del laser. In alternativa, il medico può prescrivere una terapia a base di cortisone affinché l’emangioma si riassorba.

Per evitare fratture vertebrali si ricorre alla cifoplastica. In presenza di instabilità o strappo, i segmenti verranno stabilizzati. Nel caso in cui i frammenti d’osso rotto siano già presenti nel canale spinale, saranno rimossi microsurgicamente. E’ necessaria una certa abilità chirurgica: la rimozione dell’emangioma non deve mai provocare danni ai nervi in quanto il danno ai nervi risulta sempre irreparabile.

Dopo l’operazione, per almeno un anno, i pazienti dovranno sottoporsi a controlli specialistici tramite esami radiografici o una tomografia a risonanza magnetica.

L’emangioma si può prevenire? Non esiste nessuna forma di prevenzione perché la sua natura è, in genere, ereditaria e compare nelle prime fasi di vita.

Condividi articolo:
Articoli correlati
Piede ingessato
Piede ingessato

Il piede ingessato deve essere protetto da eventuali danni perché il processo di guarigione deve essere completo e possibilmente rapido.

Leggi tutto
Ipomenorrea
Ipomenorrea

L’ipomenorrea corrisponde a mestruazioni quantitativamente scarse e di breve durata. E’ il fenomeno opposto all’ipermenorrea. Il normale ciclo si attesta

Leggi tutto