Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca

Edema arti inferiori

Edema arti inferiori

Sommario

L’edema corrisponde al gonfiore causato da liquido interstiziale in eccesso nei tessuti. Il liquido interstiziale è una soluzione acquosa che si trova tra le cellule accumulato fuori dai capillari. Noto anche come ritenzione idrica o idropisia, l’edema arti inferiori è un sintomo, non una patologia vera e propria. 

L’edema si manifesta più di frequente alle gambe, alle caviglie e ai piedi ma può comparire anche in altre aree del corpo (mani, braccia, viso). Se è diffuso in tutto il corpo ci troviamo in presenza di anasarca.

Il liquido in eccesso si accumula a causa di una tendenza anomala dell’organismo nel trattenere acqua e sodio. L’edema è un sintomo temporaneo mentre il linfedema è una patologia cronica.

In questa guida, descriviamo sintomi associati all’edema, cause, diagnosi e terapie d’elezione.  

Raccomandiamo un particolare trattamento considerato il migliore.

Edema arti inferiori: sintomi associati e diagnosi

L’edema, il gonfiore (di per sé, un sintomo), è associato ad altri sintomi:

  • Aumento di peso o, al contrario, marcato dimagrimento;
  • Senso di pesantezza e tensione;
  • Difficoltà a muoversi;
  • Dolore;
  • Ematoma, segni di contusione (in caso di trauma);
  • Arrossamento, senso di calore, tumefazione dolente (in caso di infezione o infiammazione);
  • Gonfiore a volto, palpebre, mani, occhi, labbra, laringe con prurito e bruciore (in caso di allergia);
  • Atrofia muscolare;
  • Elefantiasi (nei casi più estremi).

L’edema è diagnosticabile attraverso l’esame obiettivo e, se necessario, sottoponendosi ad esami strumentali (radiografia, TAC, Risonanza Magnetica, esami del sangue, test delle urine).

Edema: possibili cause e complicanze

Le cause dell’edema sono numerose. Tra queste, citiamo:

  • Ipertensione o ipotensione
  • Infiammazioni, infezioni e lesioni
  • Trombosi venosa profonda
  • Abuso di alcuni farmaci (FANS, estrogeni, calcio-antagonisti)
  • Vene varicose
  • Traumi
  • Alluce valgo
  • Allergie alimentari o di contatto (puntura d’insetto)
  • Borsite
  • Artrite psoriasica
  • Cambiamenti ormonali
  • Linfedema
  • Edema polmonare
  • Insufficienza renale, cardiaca, epatica
  • Cellulite infettiva
  • Cirrosi epatica
  • Lussazione
  • Frattura
  • Miocardite
  • Nefropatia diabetica
  • Sintomi dello scompenso cardiaco
  • Linfoma.

I fattori di rischio sono sedentarietà, consumo di sale, alimentazione sbilanciata, fumo, alcol, scarsa attività fisica.

Un edema alle gambe trascurato o mal curato può portare a complicanze anche gravi come trombosi o flebite a seguito della rottura di una vena varicosa.

Edema arti inferiori: trattamenti

La terapia dell’edema deve essere mirata a risolvere la causa responsabile del disturbo.

Le forme lievi possono regredire spontaneamente, mentre nei casi più gravi il medico prescriverà:

  • Riposo;
  • Compressione con bendaggi dell’arto colpito ed elevazione;
  • Applicazione di ghiaccio;
  • Assunzione di farmaci antinfiammatori e antiedemigeni, farmaci diuretici;
  • Rimedi naturali a base di aloe vera, arnica, escina e bromelina per contrastare dolore e infiammazione;
  • Uso di calze elastiche;
  • Massaggio linfodrenante.

Inoltre, lo specialista darà alcuni consigli, tra cui bere molto, ridurre il consumo di sale, dormire con le gambe lievemente sollevate, indossare scarpe e abiti comodi, praticare regolare attività fisica evitando la sedentarietà, applicare sulle gambe gel e creme ad azione vaso-protettiva.

Edema arti inferiori: Flowave 2 è la soluzione definitiva

Il fisioterapista qualificato pianifica una terapia personalizzata dopo aver eseguito una valutazione globale e distrettuale del paziente.

Nei casi non dovuti a patologie particolari, la Fisioterapia offre diversi trattamenti mirati per intervenire sull’edema, tra cui:

  • Pressoterapia;
  • Linfodrenaggio manuale (il metodo Vodder è il migliore);
  • Flowave 2, il miglior trattamento in assoluto.

Flowave 2 è unelettromedicale del Sistema Integrato Novalinfa specifico per l’edema e la ritenzione idrica, che interviene anche su altri disturbi e patologie come linfedema, lipedema, ulcere venose e linfatiche, lesioni muscolari, ulcere da decubito e post-traumatiche, piede diabetico, patologie del microcircolo.

Questo dispositivo genera onde sonore che attivano il drenaggio sanguigno e linfatico. E’ l’unico elettromedicale che sfrutta contemporaneamente 4 mezzi fisici: Polarterapia, Biorisonanza, Vacuum connettivale e Veicolazione transdermica. Sottopone le cellule a onde di pressione/decompressione cicliche e ristabilisce l’intensità di corrente ottimale della membrana cellulare.

I benefici di Flowave 2 sono diversi e tutti importanti:

  • Drena ed elimina i liquidi stagnanti;
  • Aumenta il flusso periferico di sangue e linfa;
  • Favorisce la rivascolarizzazione e riattiva l’equilibrio idrico;
  • Riduce gonfiore, infiammazione, dolore e pesantezza dell’arto;
  • Riattiva il metabolismo;
  • Potenzia il sistema immunitario;
  • Aumenta l’ossigenazione e disintossica i tessuti rigenerandoli;
  • Aumenta tono ed elasticità della pelle;
  • Elimina le aderenze tissutali.

La sua efficacia è a lungo termine ed evita recidive.

Flowave 2 è controindicato in caso di: ipertensione, disturbi cardiaci, gravidanza, tromboflebiti, epilessia, presenza di pacemaker e protesi metalliche, infezioni sistematiche, placche stabili.

Condividi articolo:
Articoli correlati