Powered by Smartsupp

        Aiuto          Accedi        Carrello

SPEDIZIONE GRATUITA DA 19,90 € 

Cerca

Come usare il sollevatore per disabili

sollevatore per disabili

Sommario

Il sollevatore per disabili ed anziani allettati è progettato per alleggerire il carico sull’assistente che se ne prende cura. Serve ad aiutare disabili ed anziani ad alzarsi o compiere piccoli spostamenti senza fatica e in totale sicurezza.

E’ uno strumento meccanico disponibile in vari modelli più o meno facili da usare.

Il funzionamento di alcuni modelli è decisamente semplice. Per altri, occorre consultare il manuale d’uso prima di procedere. Prima di chiedersi come usare il sollevatore per disabili, bisogna innanzitutto conoscere le singole parti che lo compongono, soprattutto base e rotelle. Questa struttura dispone di tre elementi principali: corpo di sostegno, meccanismo di sollevamento ed imbragatura. La persona viene trasferita utilizzando il braccio collegato al corpo portante.

Scopri passo dopo passo come usare il sollevatore per disabili e anziani.

Sollevatore per disabili: conoscerlo per usarlo al meglio

Iniziamo a scoprire come è fatto il sollevatore per disabili concentrandoci, innanzitutto, sulle rotelle. Verifica che siano fissate bene al sollevatore e non usarlo se il pavimento non è perfettamente piano per questioni di sicurezza.

Una barra posta alla base del sollevatore consente di regolare la larghezza. Serve ad avvicinare o allontanare le gambe del disabile o anziano a seconda delle necessità. 

Talvolta, la struttura è dotata di un pedale di controllo che sostituisce la leva. Prima di eseguire qualunque manovra, blocca con cura la base. Permette di tenere il paziente sospeso evitando il rischio di farlo ribaltare.

Dovrai imparare a controllare la barra di sollevamento a piacimento. Può essere manuale (a forma di maniglia idraulica) oppure elettrica (nei modelli più avanzati). La barra di sollevamento elettrica presenta frecce direzionali che monitorano il movimento.

Un altro elemento con cui prendere confidenza è il meccanismo di rilascio di emergenza che, di solito, si trova nei sollevatori elettrici avanzati. Il meccanismo di rilascio consente di abbassare il paziente gradualmente.

Prima di usare tutti gli accessori utili per l’imbragatura, devi assicurarti che siano in perfette condizioni.

Come usare il sollevatore per disabili?

Di seguito, spieghiamo passo dopo passo il procedimento corretto per l’utilizzo del sollevatore per disabili e anziani:

  • Posiziona il telo per sollevatore sotto il corpo del paziente con un doppio rotolamento. La parte esterna del sollevatore deve essere a contatto con il letto;
  • Fai voltare il paziente sistemato in posizione supina dalla parte opposta ed estrai la porzione del telo che si trova dietro la schiena;
  • Infila le prese dell’imbragatura da trasferimento all’interno delle gambe del soggetto;
  • Sposta il sollevatore avvicinandolo fino a posizionare le gambe dell’assistito fuori dal letto. Puoi regolare l’altezza della struttura grazie al sistema di sollevamento nel caso in cui il letto sia troppo basso o troppo alto;
  • A questo punto, puoi iniziare il sollevamento del paziente. Dovrai suggerirgli di sostenersi al braccio di sollevamento per rimanere stabile in questa delicata fase;
  • Sfrena il sollevatore, manovralo usando le apposite maniglie, sposta le gambe del paziente in posizione frontale fuori dal letto e adagialo sulla carrozzina delicatamente. Durante l’operazione alza le pedane per evitare ostacoli alle gambe dell’assistito;
  • Quando il paziente si trova in posizione sulla sedia a rotelle, sgancia le braccia del sollevatore e allontanalo per sistemare meglio il paziente.

Sollevatori per disabili: tipologie

Una particolare tipologia che permette di trasferire disabili e anziani in vari ambienti della casa o durante le vacanze è il sollevatore pieghevole. E’ estremamente comodo: può essere trasportato facilmente e si ripiega in pochi gesti.

Esistono, poi, sollevatori pensati per l’igiene personale, quando si entra e si esce dalla vasca da bagno; ce ne sono anche elettrici con telecomando. Questi sollevapersone elettrici sono reclinabili fino a 40°: assicurano una buona immersione in acqua senza correre alcun rischio.

I pazienti con ridotta capacità motoria, ovvero che presentano residue facoltà motorie, possono usare il verticalizzatore elettrico che agevola i movimenti. Serve a passare dalla posizione seduta a quella eretta, aiuta il posizionamento sul wc, in fase di vestizione o nella cura dell’igiene personale.

I sollevatori per disabili hanno quasi sempre in dotazione un manuale d’uso dettagliato che descrive le procedure di utilizzo passo dopo passo.

Condividi articolo:
Articoli correlati